A.S.D. SOS 2012 CAVE (RM) Via Cesiano 77/a
+39 347 632 1594

Secchio Pieghevole – Ecco 7 motivi per usare e includere un secchio pieghevole nel tuo kit di sopravvivenza

In uno scenario di sopravvivenza all’aperto, un secchio pieghevole può essere uno strumento estremamente versatile da aggiungere al tuo kit di sopravvivenza.

Utilizzare un secchio pieghevole è una sottigliezza in più considerato che avendo le dimensioni di un mazzo di carte ti farà guadagnare una funzionalità e dello spazio che non può essere ottenuta con delle semplici bottiglie d’acqua.

Qui di seguito ti suggerisco ben 7 modalità per usare un secchio pieghevole:

1. Preservare le bottiglie

Il tuo zaino è in grado di contenere non più che qualche bottiglia. Se nelle bottiglie riempite con acqua filtrata aggiungete dell’acqua non filtrata, anche per sbaglio, devi sapere che basta una sola goccia d’acqua infetta per ammalarsi. Perché correre il rischio? Usa le bottiglie soltanto per l’acqua potabile. Una buona strategia è portare delle bottiglie pieghevoli di riserva o una bottiglia SIGG.

2. Raccogliere acqua pulita

Piuttosto che collegare il filtro d’acqua direttamente ad un lago, ad uno stagno o a una pozzanghera, utilizza il tuo secchio pieghevole per prendere l’acqua dalla parte più in superficie, così da non smuovere il fango. Potrai, in tal modo, sistemare l’acqua direttamente al campo e far passare dal filtro, dell’acqua più pulita così da preservarlo dall’usura (potresti proteggere ulteriormente il tuo sistema di filtraggio utilizzando dei filtri da caffè).

3. Raccogliere l’acqua

Se lo metti sotto il bordo di una tenda, di un telo o di qualsivoglia altra superficie idonea al deflusso delle acque potrai impiegarlo per raccogliere l’acqua durante la giornata. Ovviamente una simile cosa è ben più semplice da fare con l’apertura larga di un secchio che con il collo stretto di una bottiglia e non richiederà l’uso di alcuna delle tue bottiglie pulite.

4. Lavarsi

Il principio è lo stesso del filtraggio. Quanto ti sentiresti pulito a lavarti in uno stagno o in una pozzanghera? Riempite fino all’orlo il tuo secchio pieghevole, lasciado risiedere l’acqua e lavatevi direttamente al campo. Aggiungendo un po’ acqua calda sarà ancora più piacevole. Ottimo per l’inverno.

5. Lavare i panni

Riempiendo il secchio pieghevole di acqua pulita e aggiungete del sapone potrai facilmente lavare i panni. Se si usa il sapone in uno stagno o in un ruscello, andrà via alquanto rapidamente. Ma col tuo secchio non è così. Aggiungendo dell’acqua calda, di nuovo otterrai risultati migliori.

6. Lavare i piatti

Lavare i piatti al campo è decisamente meglio che stare chini su un ruscello o nei pressi di uno stagno. Potresti di nuovo aggiungere dell’acqua calda per migliorare il lavaggio.

7. Incendio

É sempre meglio avere dell’acqua in più a portata di mano, nel caso che dovrai perdere il controllo dei un fuoco. Non è il caso, infatti, di consumare della preziosa acqua potabile per della sterpaglia infuocata.

Consiglio: Prendi un secchio resistente
Alcuni secchi pieghevoli hanno degli anelli di plastica nella parte superiore ed inferiore. In genere sono più economici ma non si piegano molto per via del bordo che è improbabile che si fletta. Spendete un po’ di più per prenderne uno resistente è molto molto vantaggioso e anche molto più sicuro per la tua sopravvivenza. Prendi quelli senza anelli e che diventi piccolo piegandosi. Assicurati però che abbiano comunque una buona resistenza in modo che possano durare più a lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top