Privacy Policy

Questo articolo è un capitolo del libro Equipaggiamento per Trekking.

Spesso il materiale escursionistico più leggero è quello più costoso, e non di poco: una tenda o un sacco a pelo può costare decine o centiania di € in più di un’altro, equivalente dal punto di vista funzionale, solo perché pesa qualche etto in meno rispetto a quest’ultimo! Ma con un po’ di attenzione, è comunque possibile godersi delle belle uscite da più giorni nella natura senza caricarsi come muli ne’ spendere per forza fortune in materiale ultra-tecnico…magari solo rinunciando a qualche fronzolo o con un po’ di fai-da-te (che non fa mai male). Qui di seguito ho raccolto, secondo i consigli trovati nel tempo in questo forum, una lista di materiale (aggiornato periodicamente, ultimo aggiornamento Marzo 2013), orientato alle escursioni da più giorni (per le escursioni in giornata, di solito il peso non è un problema…), con pesi ragionevolmente contenuti e prezzi assolutamente abbordabili: Tenda: Per 1 persona: Gelert Solo (1,5 Kg, € 51 su amazon.it con spedizione gratis) Tenda non spaziosissima ma onesta, si puo’ risparmiare un etto sostituendo i picchetti con versione in alluminio

  • Per 2 persone: Coleman Cobra 2 (2 Kg, € 75 su amazon.it con spedizione gratis)

  • Sempre per 2 persone: Lichfield Treklite 200 (2Kg, €70 + €3-7 spediz. su amazon.co.uk); stesso peso della Cobra ma più spaziosa (alt. 85cm invece di 70cm, largh. 135cm invece di 125cm). Qui la recensione in inglese di chi l’ha usata a lungo

  • (suggerito da Seagull27) classica monotelo economica da 2 posti: prezzo medio sotto i 20 euro, peso attorno a 1,5Kg (senza picchetti), autoportante, usata da soli è abitabilissima (altezza interna 1 metro) e non fa condensa (entro certi limiti), ed in caso di necessità può ospitare due persone (con la contropartita di parecchia condensa…)

Alternative alla tenda:

 

  • Amaca + poncho/tarp: se si rimane a quota bosco con temperature non inferiori a 10°, permette di risparmiarsi il peso di tenda e materassino, e di dormire decisamente più comodi!

  • Poncho/tarp e stuoino a terra, per i più avventurosi

  • Bivybag: Alpkit Hunka (388gr, € 38 + 7 spediz.): sovra-sacco impermeabile e traspirante, per dormire col sacco a pelo all’addiaccio, con ottimo rapporto qualità/prezzo Da prendere in seria considerazione la versione Hunka XL, ben più spaziosa e di poco più pesante (la principale lamentela spesso fatta all’Hunka “base” è che come dimensioni è un pò troppo “giusto”)

Sacco a pelo:

 

  • Estivo: Bertoni Mini Envelope 80 (800gr, € 22 + spedizione da vannucchistore.com) Confort +12/Limit +8, rettangolare

  • Sempre estivo: Sacco mil0 (600gr, € 24 + spedizione da geronimo.it) +10 gradi, a mummia

  • 3 stagioni: Bertoni Sherpa 250 (1300gr, € 35 su bertonitende.it con spediz gratis sopra i € 70) Confort +1,7/Limit -3,9° (a mummia, di semplice fattura, ma con un ottimo rapporto costo/peso/calore)

  • Sempre 3 stagioni: Quecha Rando 5 Light (1200gr, € 60) Confort +5/Limit +0 (di migliore fattura, con colletto termico e cinghie di compressione, ma tenuta termica inferiore)

Materassino:

 

  • Per gli “essenziali”: Semplice materassino CCF da 7mm (230gr, € 5) E’ possibile ridurre ulteriormente il peso del 30-40% sagomando lo stuoino con una forbice a forma di “mummia” o direttamente riducendone l’altezza a 120cm (lasciando fuori testa e piedi, sotto cui ci si può mettere qualche indumento o lo zaino)

  • Per chi ama il confort: Autogonfiante Decathlon A100 Ultralight (380gr, € 30). E’ a lunghezza ridotta (120cm), va quindi utilizzato dalle spalle alle ginocchia: per la testa usare come cuscino la giacca appallottolata o il sacchetto del cambio, per i piedi si può mettere niente/altri indumenti/zaino; se avete con voi il poncho, metterlo piegato in 2 sotto l’autogonfiante aiuta a prevenire forature. Da chiuso è decisamente più compatto di un CCF (solo 3 litri); nella stagione fredda è bene comunque accoppiarlo ad uno stuoino in CCF per garantire un migliore isolamento termico dal suolo.

Zaino: nella fascia dei 35-50 litri (sufficiente per la maggior parte delle uscite da più di un giorno):

 

  • Decathlon Forclaz 40 (40 litri, 1110gr, € 31) Il 40 litri più semplice ed economico; un buon punto di partenza

  • Decathlon Forclaz 37 Ultralight (37 litri, 900gr, € 50) Se si vuole risparmiare un paio di etti…

  • Decathlon Forclaz 50 Ultralight (50 litri, 1100gr, € 60) Se lo si vuole un po’ più grande…

Attenzione che uno zaino troppo grande è un invito irresistibile a portarsi dietro più dello stretto necessario 😉

 

Set da cottura:

 

  • Per 2 persone: Fornello ad alcool autocostruito (sui 50 grammi compreso paravento e supporto pentola, gratis) + Gavetta di alluminio (200-300 gr, € 8 ) (è indicata per 1 persona ma per esperienza basta anche per 2 persone) Si può risparmiare un altro etto sostituendo la padella/coperchio con una vaschetta mono-uso d’alluminio opportunamente tagliata e sagomata; posate di acciaio meglio sostituirle con postate in plastica, ottima e leggerissima la Light-my-fire (9gr, 1-2€) che fa sia da forchetta che da cucchiaio

  • Per 1 persona: Micro-set ad alcool (70gr tazza d’allluminio + fornello/supporto/paravento, € 3 la tazza – gratis il resto) Oltre che bevande calde, è buono anche per farci couscous/polenta istantanea/purè/zuppette…

  • Alcool etilico denaturato come combustibile (€ 1 al litro, sufficiente per un sacco di uscite, e ti porti dietro solo la quantità che ti serve); utile anche come disinfettante e per accendere fuochi a legna

  • In alternativa, Hobo wood stove (fornello a legnetti e pigne fatto con una latta vuota bucherellata – gratis, o con lo scolaposate Ikea che è già +o- pronto all’uso – 4 €, peso attorno all’etto) Pro: il combustibile lo si recupera “sul posto”, nelle uscite da molti giorni può rappresentare un bel risparmio di peso. Contro: tempo d’accensione, tutt’altro che immediato, e la fuliggine che lasciano sul fondo della pentola (riducibile usando il vecchio trucco di insaponare il fondo della pentola prima dell’uso)

  • Per chi vuole assolutamente un fornello a gas, quello descritto su questo POST ha un impareggiabile rapporto peso/qualità/prezzo (87-99gr, € 8 con spedizione gratuita); unico nèo i tempi di consegna di dx.com, tipicamente attorno al mese

Borraccia: bottiglie di plastica dell’acqua minerale (leggerissime, gratis) L’acqua è una delle cose più pesanti nello zaino: per non doversene portare dietro più di 1-2 litri è essenziale quindi poter utilizzare quella che si trova durante il cammino bollendola o potabilizzandola con Amuchina (10 gocce per litro di acqua per un’ora, si può usare un contenitore da collirio, da non lasciare mai sotto il sole) o Micropur; se però l’acqua che si trova non è perfettamente limpida, è necessario anche l’impiego di un filtro potabilizzatore (qui qualche idea di Wild Highlander) Thermos: Se avete una borraccia di metallo da 1l o una borraccia Nalgene in plastica BPA-free (che tenga bene i liquidi caldi senza rilasciare sostanze poco salutari), riempitela di thè bollente, ed avvolgetela molto bene nel pile di scorta che tenete in zaino: preparata la mattina prima di partire, ad ora di pranzo arriva che ancora scotta! (leggerissimo, gratis) …Si risparmiano così un bel po’ di etti e 20 € di thermos da 1l Utensili da taglio: di solito puo’ bastare uno svizzero o un buon Opinel, ma se si deve “far legna” o altre attività di bushcraft si può volere qualcosa di più:

 

  • coltello lama fissa: Mora Companion MG Stainless (120 gr, € 15-20 spedito su ebay) o il fratello minore “plasticoso” ma cmq efficace Mora 546 Stainless / 511 Carbon (100 gr, € 12 spedito da qui) Mora è un’azienda svedese famosa per produrre coltelli con lame di ottima qualità, leggeri ed a prezzi accessibilissimi

  • seghetto chiudibile: Fiskars 123830 (95gr, € 15-20 + spedizione) lama da 15 cm, leggerissimo (non fra i più economici ma cmq abbordabile)

Barrette energetiche: Panforte di siena 😉 …compro ogni anno dopo la befana uno stock al supermercato col 50% di sconto. Ottimo e compattissimo, 400 calorie/etto, a base di frutta secca candita e mandorle, è energia pronta all’uso: ci sono ciclisti che si fanno fare su commissione barrette energetiche fatte proprio con l’impasto del panforte, io più semplicemente lo taglio a quadratini che tengo nel taschino anteriore dello zaino (7-14€/Kg a seconda se lo si trova “in offerta”, contro i 20-30€/Kg delle normali barrette energetiche) Ed attenzione ad alcuni altri dettagli che delle volte “scappano”:

 

  • Portarsi dietro solo patente, bancomat e qualche banconota, invece dell’intero portafoglio in cuoio può far risparmiare tranquillamente 2-3 etti (si, come lo stuoino in CCF…pesare per credere…)

  • Portarsi dietro la sola chiave dell’auto invece dell’intero mazzo di chiavi di casa può far risparmiare 1-2 etti

Questo è quanto ho raccolto fino ad ora…vi chiedo ulteriori consigli per integrare questa lista (che correggerò ed amplierò nel tempo con le vostre “dritte”) che potete inserire utilizzando il tasto “Rispondi” qui sotto, con la raccomandazione di rispettare i vincoli di spesa (il “tetto” dipende da oggetto ad oggetto, diciamo che cmq non vorrei vedere prodotti da più di 50-70 Euro…) e di peso (che deve essere sotto la media).