Privacy Policy

Fiammiferi Impermeabili – come si fanno ?

Come costruire fiammiferi impermeabili? Partiamo dal prusupposto che i fiammiferi impermeabili possono tranquillamente essere acquistati, purtroppo però , hanno anche un costo abbastanza elevato. Per questo motivo oggi andremo conoscere insieme alcuni metodi efficaci per realizzarli autonomamente e utilizzarli in gite da campeggio o in un'escursione nella natura. Vi avvisiamo che tutti i metodi qui di seguito elencati, non sono privi di rischi o pericoli. Per questo motivo, se sei un minorenne, non avventurarti per nessun motivo nella realizzazione dei fiammiferi, a meno che tu non sia supervisionato...

Leggi tutto
Il Kit edc ( o every day carrying)

E.D.C. Chi di voi conosce questa sigla? Per ogni buon appassionato di sopravvivenza e corsi di sopravvivenza questo è un acronimo sicuramente conosciuto...i migliori di noi invece ce lo avranno sicuramente addosso nel momento in cui leggono questo post! Per tutti gli altri, con questo post spieghiamo cosa è un EDC e cosa significa questo acronimo.KIT E.D.C. o Every Day Carry (kit edc)L'acronimo deriva dall'americano "Every Day Carry" ovvero "Kit trasportato ogni giorno" che altro non è che un mini kit di sopravvivenza che ci si porta dietro, appunto, ogni giorno...sia che andiamo al lavoro...

Leggi tutto
USA: Il kit di sopravvivenza ANTI-ZOMBIE

Dopo gli ultimi fatti di cannibalismo avvenuti in USA e l’allarme “Zombie” scatenato nella popolazione, una delle ultime “invenzioni” per evitare che il genere umano possa inesorabilmente estinguersi è il kit di sopravvivenza contro questa “insolita” invasione. Proprio così, non stiamo scherzando, in rete abbiamo trovato tutti gli strumenti per combattere l’apocalisse dei “non morti”, al costo di 24.000 dollari, distribuito dalla OpticsPlanet.  La “ZERO Zombie Kit” che sta per Zombie Extermination, Research and Operations, si può definire, la “madre” di tutti i kit di sopravvivenza....

Leggi tutto
Equipaggiamento leggero senza spendere una fortuna

Questo articolo è un capitolo del libro Equipaggiamento per Trekking. Spesso il materiale escursionistico più leggero è quello più costoso, e non di poco: una tenda o un sacco a pelo può costare decine o centiania di € in più di un'altro, equivalente dal punto di vista funzionale, solo perché pesa qualche etto in meno rispetto a quest'ultimo! Ma con un po' di attenzione, è comunque possibile godersi delle belle uscite da più giorni nella natura senza caricarsi come muli ne' spendere per forza fortune in materiale ultra-tecnico...magari solo rinunciando a qualche fronzolo o con un po' di fai-da-te...

Leggi tutto
Macuahuitl, la “spada” azteca che decapitava cavalli

Prima del rame, del bronzo, del ferro e dell’acciaio, cosa usavano i nostri antenati come arma di offesa? Principalmente legno e pietra. Ma la natura di questi due materiali (il primo relativamente debole rispetto ai metalli, il secondo più fragile) non deve trarre in inganno: pietra e legno, combinati sapientemente, hanno consentito di creare una delle armi bianche più devastanti della storia: il Macuahuitl. Quando gli Spagnoli giunsero in Messico, si trovarono di fronte i temibili guerrieri aztechi armati di strumenti che impallidivano in quanto a tecnologia e resistenza di fronte alle...

Leggi tutto
E’ sbagliato affidarsi ai dispositivi elettrici per la sopravvivenza?

Affidarsi all’elettronica, nella migliore delle ipotesi, è un’idiozia. Si parla, ultimamente, di morte degli apparecchi elettrici e vale per qualsiasi mezzo elettronico presente nella tua borsa di sopravvivenza e su cui tu intenda fare affidamento. Ricorda, in fatto di sopravvivenza vale il motto: “Due è uno, uno è nessuno”. Avendo effettuato molte volte delle esperienze da survivalista, mi è capitato innumerevoli volte di assistere al fallimento dell’elettronica, con grave rischio per la mia sopravvivenza. Mi è capitato anche di leggere di gente che, contando solo sul GPS, si è ritrovata...

Leggi tutto
Sopravvivere: istruzioni per costruire arco e frecce

Quando può servire un arco Partiamo dicendo subito che l'arco è un'arma e va usato con senno. In ipotetiche situazioni di sopravvivenza potrebbe rivelarsi molto utile. In situazioni estreme, la possibilità di colpire a distanza può essere un importante ausilio alla caccia di selvaggina o, in acque basse, alla cattura di pesci (meglio evitare gli animali pericolosi ma soprattutto in nessun caso si deve puntare una freccia verso un'altra persona). Detto questo si deve sottolineare un'altra cosa: perchè un arco abbia una qualche utilità di caccia è necessaria la compresenza di due (banalissimi)...

Leggi tutto
10 modi in cui gli assorbenti possono salvarvi nella giungla

  Se siete dei veri uomini, al vostro kit di sopravvivenza per la giungla non può mancare un oggetto indispensabile: una scatola di assorbenti interni. L’avventuriero Creek Stewart ha esaminato, nel suo blog dedicato ai “veri duri”, 10 modi in cui gli assorbenti possono risolvere molte situazioni nel caso si debba affrontare la foresta o la giungla. 1. Bendaggio di emergenza 2. Filtro per l’acqua 3. Innesco per il fuoco 4. Cannuccia filtrante 5. Stoppino per una candela fatta a mano 6. Corda 7. Impennaggio per frecce 8. Tubo di soffiaggio...

Leggi tutto
Sopravvivere: istruzioni per costruire utensili di fortuna

Quando può servire un coltello   In situazioni estreme, avere a propria disposizione un coltello può fare davvero la differenza (una lama può difatti tagliare, spellare, penetrare, ecc.).  In questa spiegazione il termine "coltello" viene unicamente usato in senso "metaforico"; l'idea è di convogliare materiali di recupero un oggetto tagliente o appuntito che possa essere impugnato e usato per la sopravvivenza, nè più nè meno. Invitiamo pertanto i lettori a non fare usi pericolosi o illegali di quanto proposto in questo tutorial.   Come ottenere una lama   Per...

Leggi tutto
Sopravvivenza: la costruzione di un badile, una vanga o una pala

  A cosa può servire una pala   Avere a propria disposizione un utensile come un badile o una vanga può in più modi  facilitare la sopravvivenza in condizioni ostili (non è un segreto che scavare a mani nude una fossa più profonda di 60cm sia decisamente arduo); le evenienze più comuni, sono quelle che ci vedono costretti a: ricavare canali di scolo, trappole, dissotterrare/nascondere oggetti o ancora ammucchiare rapidamente del materiale (ghiaia, sabbia, neve, ecc.).   In questa spiegazione cercheremo un modo efficace per mettere insieme un badile, una vanga e/o una pala...

Leggi tutto