//******************************************* //AGGIUNTO 07052017 google analitycs [akuma] //*******************************************

perche-2

La società moderna indubbiamente condiziona le nostre scelte di vita, dietro la facciata del benessere e di una posizione sociale sicura si nasconde il pericolo del non saper fronteggiare una situazione di emergenza, qualunque essa sia. Essere totalmente dipendenti da quello che in fondo è SUPERFLUO significa essere nudi di fronte a questo tipo di eventualità reale che ognuno di noi, almeno una volta nella vita, si troverà a fronteggiare.
Ma quando ci troviamo di fronte ad un imprevisto sappiamo cosa fare?
Il panico e lo stress prendono il sopravvento, ci rendono meno lucidi e pronti al rischio e mettiamo la nostra sopravvivenza a repentaglio. Il progresso spregiudicato ha condizionato l’attuale processo evolutivo abbassando il potenziale dell’istinto umano, unica via di salvezza in situazioni di emergenza.
Cosa siamo se non possiamo contare su noi stessi e sulla nostra capacità di sapercela cavare in ogni situazione?
Il corso è rivolto a tutti coloro che per curiosità, esigenze di lavoro, o per passione, vogliono prepararsi per qualsiasi evenienza e sentirsi in grado di far fronte ad imprevisti di vario genere. Il corso e suddiviso in tre parti, base, intermedio e avanzato.
Nel Corso Base presentiamo attività fondamentali mirate ad affrontare con successo il primo stato di necessità, come costruire un kit di sopravvivenza, raccogliere e purificare l’acqua, accendere il fuoco con metodi primitivi e con il poco che abbiamo, costruire un riparo, cacciare selvaggina e pesce, costruire un arco primitivo, segnalare per soccorso, costruire una bussola o orientarsi senza bussola, unite all’insegnamento e allo studio delle piante officinali e commestibili, imparare e saper applicare i nodi alla situazione e all’esigenza, saper utilizzare e manovrare armi e lame, saper affrontare un dirupo in corda singola e doppia e tante altre attività presenti nel nostro programma.
Nei Corsi Intermedio e Avanzato verranno approfonditi tutti i concetti del Corso Base e verrano inoltre insegnati alcune tecniche e “trucchi” utilizzati dai militari dei reparti speciali e appresi nella nostra pluriennale esperienza nei boschi e tra i monti di tutto il mondo, che non troverete facilmente nei comuni libri di sopravvivenza.

cappadocia.jpg

Cos’è un Corso di Sopravvivenza Base? A cosa serve?
Un corso di sopravvivenza base serve ad apprendere specifiche tecniche, sia pratiche che di approccio mentale, al fine di affrontare con sicurezza una situazione di emergenza. Insegna a reagire con razionalità a tali situazioni in ambienti naturali fortemente disagevoli, ad affrontare circostanze che non conosciamo, ad interagire con l’ambiente circostante per sfruttarlo a proprio vantaggio. Serve inoltre a capire come un approccio tecnico e non istintivo possa fare la differenza in situazioni di stress, ad apprendere come l’osservazione e l’analisi di quello che si ha nei dintorni possa all’occorrenza tornare di grande utilità.
Serve infine a capire il concetto di “preservazione” e di “sfruttamento delle proprie risorse”, ad applicare il concetto di pianificazione e organizzazione per evitare situazioni improvvisate.
Operativamente, cosa insegna il corso?
Insegna a prepararsi a tali situazioni di emergenza, dal come costruire ed utilizzare correttamente uno zaino al cosa avere a disposizione al suo interno.
Insegna ad utilizzare determinati materiali e utensili e perchè farlo, in che modo equipaggiarsi, come osservare, cosa osservare, come pianificare.
Insegna infine a capire dove e come lasciare tracce per non perdere l’orientamento, come non sprecare energie o risorse, come affrontare una situazione di tensione, come accendere un fuoco e conservarlo, come cibarsi, come affrontare il pericolo animali.
A chi è rivolto un Corso di Sopravvivenza Base?
A tutte le persone che per hobby o per lavoro potrebbero trovarsi in situazioni di emergenza di questo tipo, è rivolto inoltre a tutte quelle persone che desiderino non solo affrontare una nuova esperienza ma anche imparare a gestire situazioni di stress, invece che subirle. Questo tipo di esperienza diventa utile anche nella vita quotidiana. In generale è rivolto a tutti coloro che vogliono vivere profondamente la natura e l’avventura.
In che modo può essere utile nella vita quotidiana?
Saper valutare e gestire una situazione di tensione non richiede solo una buona dose di forza e coraggio. La differenza sta soprattutto nel saper come reagire a livello mentale, oltre che operativo. Apprendere il concetto di analisi e pianificazione è utile anche nella vita quotidiana.
Perchè si chiama Corso di Sopravvivenza BASE?
Perchè è la prima di tre fasi. In questo corso l’apprendimento è soprattutto diurno, mentre nei successivi di approfondimento, si imparano anche tecniche notturne e tecniche più avanzate di sopravvivenza. Senza un primo approccio che fornisca l’adeguata preparazione sarebbe impossibile affrontare il secondo corso.
Esistono vari corsi e campi di sopravvivenza in giro per l’Italia, ci sono differenze?
I campi sono percorsi già attrezzati o in qualche modo preparati. Vi si svolgono corsi dove l’importante è affascinare il cliente, mostrandogli tutto ciò che sia spettacolare anche se non pratico. Il nostro obiettivo non è quello di stupire, ma quello di insegnare.
Dove si svolge il corso di sopravvivenza?
Il corso base di sopravvivenza si svolge in un area boschiva prestabilita, portata a conoscenza dei partecipanti tramite indicazioni topografiche. Il corso base, che avrà una durata di circa 2 giorni, ha l’obiettivo di insegnare ai partecipanti le tecniche base sia teoriche/pratiche che di approccio psicologico e pratico alla sopravvivenza. Il corso non è solo teorico, ha un approccio assolutamente di tipo pratico. I partecipanti verranno messi nella condizione di utilizzare le tecniche menzionate, di interagire con l’ambiente circostante ma soprattutto di prevenire, capire, valutare e risolvere le diverse problematiche che incontreranno.
Abbiamo un obiettivo
Imparare a valutare una situazione di emergenza, reagire alla stessa, utilizzando le tecniche apprese sia a livello pratico che psicologico. Imparare ad utilizzare le proprie risorse in maniera ottimale, interagendo e sfruttando l’ambiente circostante

perche-1